Viale Gramsci, 40 - 61032 Fano (PU) Tel: +39 0721 820616 Cell: +39 338 9751071

I costi degli interventi antisismici

I costi degli interventi antisismici
  26/08/2016

Benchè la prevenzione avrebbe reso tutto molto meno grave di quanto stiamo vivendo, all’indomani di una tragedia come quella causata dal terremoto nel Centro Italia è giusto riflettere su cosa si può fare nel futuro, con un occhio alla situazione attuale degliimmobili italiani e a tutto ciò che, ahinoi, avrebbe potuto essere fatto.

Se è vero che nel caso dei paesini centrali sbriciolati letteralmente dalla scossa si trattava di borghi medievali difficili da rendere completamente sicuri, il resto delle costruzioni in Italia non sembrerebbe così pronto per resistere a un violento terremoto. E questo nonostante il nostro Paese abbia una delle migliori e avanzate normative antisismiche del mondo, essendo per il 40% a elevato rischio sismico. Riprendiamo così la riflessione pubblicata sul sito de L’Espresso in cui ci si chiede: quanto costerebbe adeguare un edificio per renderlo antisismico (veramente)?

Da un nostro studio di due anni fa era emerso che circa il 40% dell’edilizia residenziale italiana risale a oltre 40 anni fa, quindi agli anni precedenti alle norme antisismiche entrate in vigore nel 1974. Se però si considera l’intero patrimonio immobiliare italiano, compreso quindi di tutti gli edifici di varie tipologie, la percentuale arriva al 60%. In un’analisi del 2013 una stima dell’Oice, associazione che raccoglie vari professionisti del settore edile, aveva valutato il mercato dell’adeguamento antisismico 36 miliardi di euro.

Stando al parere di un esperto intervistato dal giornale, per intervenire su un immobile “basterebbero” tra i 100 e i 300 euro al metro quadrato: ciò significa una spesa di circa 30mila euro per un appartamento medio-grande e di circa 600mila euro per una palazzina di quattro piani. Non sono certo cifre esigue, ma si tratta di spese che vengono affrontate forse più volentieri per altri tipi di intervento come le ristrutturazioni o l’adeguamento energetico che hanno effetti immediati, o esteticamente o sulla bolletta. Ma chi procede con l’adeguamento antisismico in territori a rischio ha diritto al rimborso del 65% della spesa spalmato in 10 anni. Forse poco, forse troppo tempo perché tornino nelle casse della famiglia le uscite affrontate, ma si tratta di una vera e propria assicurazione sulla vita. Come sottolinea però l’esperto, molti preferiscono rifare a nuovo una cucina senza riflettere su quanto poco senso abbia se poi la struttura dell’immobile non è pronta a reggere l’impatto di un terremoto.



Torna indietro


Sei interessato a vendere il tuo immobile? Affidati a noi!